Header Color:
Main Color:
Footer Color:
LE CATEGORIE DEL BLOG ...
IL BLOG PER MESE ...

 

 

imgSDA - Comitato di Bolzano ... il mondo che parla in italiano
SDA - Comitato di Bolzano ... il mondo che parla in italiano
img“Non può comprendere la passione chi non l'ha provata”
“Non può comprendere la passione chi non l'ha provata”
img“Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”
“Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”
img“Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice ne la miseria”
“Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice ne la miseria”
IL BLOG DEL COMITATO DANTE DI BOLZANO ...
08

8 marzo 2017 - LIBERTA' VA CERCANDO - prof. Gregorio VIVALDELLI

posted on
8 marzo 2017 - LIBERTA' VA CERCANDO - prof. Gregorio VIVALDELLI

PUBBLICO FOLTO ED ENTUSIASTA ALLA CONFERENZA

DEL PROF. GREGORIO VIVALDELLI NELL’AULA MAGNA DELLA LUB IL 7 MARZO 2017

 

La grande aula magna gremita di un pubblico veramente eterogeneo ha visto riuniti ad assistere alla conferenza sulle sette cornici del Purgatorio di Dante giovani, adulti, anziani, appartenenti ad associazioni culturali ed esponenti della società civile, tutti accomunati da un grande interesse e partecipi. 

Di solito quando si assiste ad un conferenza si applaude alla fine e in maniera direttamente proporzionale all’abilità dell’oratore, alla sua competenza, all’interesse suscitato. Quando il relatore è il prof. Vivaldelli gli applausi accompagnano tutta la conferenza e scrosciano non appena il relatore si prende un attimo di respiro e beve un po’ d’acqua. Sì perché le parole, gli esempi e le citazioni escono a fiotti dalla sua bocca ed intrigano profondamente gli ascoltatori coinvolti anche dalla fisicità del relatore che non si risparmia e accompagna con il gesto e il movimento le sue parole rivolgendo lo sguardo ai presenti come ad indirizzare a ciascuno il proprio messaggio.

Le terzine di Dante, splendide ed immutabili sono citate e spiegate, i grandi personaggi tratteggiati da Dante appaiono nella loro incisività, le pene descritte attraverso il contrappasso ne esprimono la fantasia e la creatività, emerge continuamente la grande competenza del biblista, ma quando il relatore descrive le grandi passioni e i sette peccati capitali, ecco che cerca gli esempi nel mondo animale ( cosa può rappresentare meglio l’accidia del procedere lento ed indolente di un bradipo?) e soprattutto nel nostro mondo di oggi e nelle persone che siamo e che ci circondano. Questa è la grande scelta che distingue il messaggio educativo, perché è anche di questo che si tratta, che il prof. Vivaldelli lancia con molta energia.

Si tratta di una scelta vincente: il pubblico viene portato a non pensare più a personaggi in tempi e in vesti medievali o di epoca precedente attraversati dalle passioni descritte e che nel Purgatorio vengono punite, ma a riconoscere, ad esempio, il peccato capitale dell’ira nella persone irascibili che incontra nella vita di tutti i giorni e che non vogliono sentire le ragioni degli altri tanto sono obnubilate. Pensa ai colleghi o ai conoscenti rosi dall’invidia o dalla smania di potere o di mezzi che incontra e con i quali deve misurarsi giornalmente. Pensa ai mariti indolenti che non svuotano la lavastoviglie o peggio abdicano al ruolo paterno citati dal relatore che prende ancora una volta ad esempio il nostro quotidiano. Pensa all’ossessione per il sesso che ci condiziona e ci investe quotidianamente e di fatto sminuisce e mercifica la sessualità.

Tutto questo e molto altro abbiamo ascoltato e imparato e vissuto e riconosciuto durante la conferenza che resterà a lungo tempo nella nostra mente e nel nostro cuore.

Categories: Conferenze | Tags: | View Count: (580) | Return