Header Color:
Main Color:
Footer Color:
LE CATEGORIE DEL BLOG ...
IL BLOG PER MESE ...

 

 

imgSDA - Comitato di Bolzano ... il mondo che parla in italiano
SDA - Comitato di Bolzano ... il mondo che parla in italiano
img“Non può comprendere la passione chi non l'ha provata”
“Non può comprendere la passione chi non l'ha provata”
img“Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”
“Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”
img“Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice ne la miseria”
“Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice ne la miseria”

Foto per gentile concessione dal sito www.sudtirol.com...

IL BLOG DEL COMITATO DANTE DI BOLZANO ...
16

23 novembre 2017 - CONCERTO PIANISTICO DEL DUO FEOLA

posted on
23 novembre 2017 - CONCERTO PIANISTICO DEL DUO FEOLA

UN CONCERTO PARTICOLARE

Le due pianiste, le sorelle Nicoletta ed Angela Feola, diplomate presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano, dopo aver proseguito gli studi musicali al Mozarteum di Salisburgo ed aver conseguito, with distinction, il diploma in Advanced Recital Piano Duet presso il Trinity College di Londra sono state ospiti di importanti Società concertistiche europee e si sono esibite in prestigiose sale in Italia ed Europa.
Dopo la vincita dell’International W.Jacobi Competition di Monaco, hanno rappresentato l’Italia in numerosi progetti artistici, hanno inciso un CD e registrazioni per la radio e la televisione ed eseguito composizioni espressamente dedicate a loro.
Il Comitato di Bolzano della Dante Alighieri, le ha invitate presso il Centro Trevi, in Via Cappuccini il 23 novembre alle ore 18, per  proseguire in maniera diversa le celebrazioni della grande guerra: con un concerto particolare che unisce alle musiche di compositori del 1900: Strawinsky, Casella, Durey, Cras, G.F.Malipiero, Bridge, Saint-Saens, la lettura di parole in prosa o in poesia di grandi nomi della letteratura contemporanei e coinvolti a loro volta nella guerra , scritte nel periodo che ha preceduto, accompagnato e seguito la prima guerra mondiale.
“En blanc et noir” titolo della esibizione del Duo Feola, è il prodotto di una loro ricerca durata oltre tre anni che legge e descrive le  sensazioni, le sofferenze, i momenti di denuncia attraverso le musiche dei compositori citati e associa ad esse brani letterari o poesie di grandi nomi della letteratura quali Palazzeschi, Marinetti, D’Annunzio, Ungaretti, Montale ed Hemingway per citare i più importanti  testimoni dei tempi terribili della prima guerra mondiale.
A rappresentare il futurismo quindi, uno scritto di Palazzeschi e un breve estratto dal “Manifesto del futurismo” di Marinetti , saranno associati ad una Marcia di Strawinsky e ci caleranno in atmosfere sferraglianti insieme a clangori e squilli di tromba, evocando le parate militaresche e le idee interventistiche degli anni che precedettero la guerra. Tutto ciò in armonia con quei tempi in cui tutto il mondo dell'arte e della cultura era stimolato da numerosi fattori: la guerra che sembrava inevitabile, la trasformazione sociale dei popoli, le nuove scoperte tecnologiche: il telegrafo senza fili, la radio, gli areoplani che cambiarono le percezioni del tempo e delle distanze.
Quando però la guerra ebbe inizio e cominciò a mostrare il suo vero volto di distruzione e di morte prolungandosi nel tempo in una logorante guerra di trincea, una vera e propria ecatombe, i musicisti di cui ascolteremo le musiche durante il concerto, spinti da un dovere morale anche di denuncia, dopo momenti di silenzio, ripresero in mano pentagramma e stilo per esprimere, nero su bianco, il loro pensiero.
Cominciarono a descrivere non solo più le roboanti sfilate di uomini e mezzi, ma anche le cariche feroci, le battaglie, le rovine e le croci. Allo stesso modo le letture che accompagneranno i brani musicali porteranno la voce mesta, ma ferma nella denuncia, e le descrizioni delle sofferenze e delle morti provocate dal conflitto, tra gli altri scrittori e poeti, di Ungaretti, Hemingway e Montale.
Il sollievo, la festa, la gioia della fine della guerra pur tra le macerie del mondo di prima, saranno rappresentati dalla musica di Saint-Saens e dalle parole di Misia Sert.

Per non dimenticare ...

 

Paola Mazzini

Categories: Conferenze, Varie | Tags: | View Count: (513) | Return