Header Color:
Main Color:
Footer Color:
LE CATEGORIE DEL BLOG ...
IL BLOG PER MESE ...

 

 

imgSDA - Comitato di Bolzano ... il mondo che parla in italiano
SDA - Comitato di Bolzano ... il mondo che parla in italiano
img“Non può comprendere la passione chi non l'ha provata”
“Non può comprendere la passione chi non l'ha provata”
img“Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”
“Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”
img“Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice ne la miseria”
“Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice ne la miseria”

Foto per gentile concessione dal sito www.sudtirol.com...

IL BLOG DEL COMITATO DANTE DI BOLZANO ...
18

16 aprile 2019 - DANTE conosceva l'Astrologia? - conferenza a cura di Paola Mazzini

posted on

Ma Dante cosa pensava dell’astrologia?

Questo è stato il titolo della conferenza che la prof.ssa Paola Mazzini ha tenuto il 15 aprile alle ore 18 presso la Sale del vecchio Municipio in Via Portici 30, in occasione del centenario dalla fondazione della Dante di Bolzano e la Mostra “La Divina Commedia” presso la Galleria di Piazza Domenicani organizzata dagli “Amici dell’arte”.

L’astrologia nacque circa 3.500 ani fa in Mesopotamia.
L’immaginazione degli antichi ha raggruppato le stelle osservabili in cielo in figure mitologiche, le costellazioni, forse per esorcizzare la paura nell’oscurità della notte chiamandole con nomi di animali od eroi cui si chiedeva di proteggere o indirizzare gli uomini, dando così impulso all’astrologia. In seguito lo studio millenario dei corpi celesti e delle loro influenze sulla vita dell’uomo, con legami con l’astronomia del tempo e spesso con una forte connotazione religiosa, ha pervaso anche il mondo egiziano, greco e romano fino ai giorni nostri.
Tuttavia storici delle scienze, a seguito della rivoluzione copernicana, l’avevano data per spacciata alla fine del 1600, in quanto frutto di epoche remote, di oscurantismo, superstizione e magia spesso utili a manipolatori o a ciarlatani. Tutto ciò non poteva comunque negare e disconoscere il ruolo avuto dall’astrologia anche nella cultura medievale e rinascimentale in un processo cui hanno preso parte la mitologia, il fantastico, l’immaginario collettivo che tanta influenza hanno avuto anche nel mondo dell’ iconografia e dell’arte.

La tenace ripresa dell’astrologia dalla fine dell’ 800 ai nostri tempi pone molti interrogativi.
Che cos’è l’astrologia?
Una pratica superstiziosa o una tecnica raffinata di indagine della personalità?
Che rapporto intercorre tra le caratteristiche del temperamento individuale ricostruito attraverso la griglia del tema natale e l’effettivo snodarsi delle vicende dell’esistenza?

Oggi, nonostante la scadente divulgazione giornalistica e televisiva, in tutto il mondo occidentale, sulle orme di Jung, l’astrologia viene confrontata con la psicologia e la psicanalisi grazie a complesse tecniche di elaborazione statistica e probabilistica supportata dai computers. I nuovi indirizzi dell’astrologia puntano a prevedere comportamenti futuri legati alle inclinazioni naturali, consentendo l’analisi della costituzione dei diversi temperamenti umani.

Dante, in un’epoca in cui c’era ancora uno stretto legame tra l’astronomia di Tolomeo e l’astrologia, da studioso, conosceva i dilemmi che avevano contrapposto i vari filosofi nel tempo, alla ricerca del rapporto tra condizionamento astrale, il fato, la responsabilità e la personalità umana, fino a condividere la tesi di Tommaso D’Aquino e della chiesa. Le stelle condizionano l’uomo, ma è il libero arbitrio a guidarne le scelte e attraverso le parole dei suoi grandi Personaggi lo ribadisce.

Paola Mazzini e Direttivo di SDA Comitato di Bolzano

Categories: Conferenze | Tags: | View Count: (138) | Return