Header Color:
Main Color:
Footer Color:
PROGRAMMA 2017 ...
Proseguono anche nel 2017 le tante attività del comitato. Alle conferenze su Dante Alighieri si accosteranno interessanti approfondimenti sulla Grande Guerra, sul 70° anniversario della Repubblica e le serate di sensibilizzazione su temi legati alla famiglia e alle patologie del nostro tempo. Continueranno le presentazioni dei libri, degli autori e del concorso il Carro delle Muse. Si organizzeranno alcuni scambi culturali e alcune gite sociali.
imgSDA - Comitato di Bolzano ... il mondo che parla in italiano
SDA - Comitato di Bolzano ... il mondo che parla in italiano
img“Non può comprendere la passione chi non l'ha provata”
“Non può comprendere la passione chi non l'ha provata”
img“Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”
“Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”
img“Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice ne la miseria”
“Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice ne la miseria”

MANIFESTAZIONI DEL 2017


Recentemente si è svolta l'assemblea del Comitato di Bolzano, momento dove sovente vengono illustrate le attività svolte nell'anno che si è concluso ma anche luogo dove vengono a proporsi temi, argomenti e attività che si vorrebbe vedere realizzati lungo l'anno appena iniziato.

Con finalità consuntive, il Presidente ha riassunto le attività svolte nel 2016 e nello specifico:

  • 1.   32 attività culturali
  • 2.   2 conferenze svolte a favore dell'amico e socio dr Franco Tomazzoni
  • 3.   30 collaborazioni con associazioni ed istituzioni
  • 4.   1300 esami Plida e attività formative (circa il 10% delle certificazioni Plida svolte nel mondo)
  • 5.   3000 circa, le persone partecipanti alle attività culturali organizzate dal Comitato
  • 6.   120 soci ordinari
  • 7.   30 soci del gruppo giovani.

 Di seguito il programma delle attività calendariate per il 2017 ...

Text/HTML

TanLD Responsive Html Accordions

23 novembre 2017 - EN BLANC ET NOIR - a cura del DUO Pianistico FEOLA

 

     EN BLANC ET NOIR

a cura del Duo Pianistico Feola

Programma di Sala

Locandina dell'evento

 

 


NICOLETTA E ANGELA FEOLA - duo pianistico Dopo essersi diplomate presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, Nicoletta e Angela Feola hanno proseguito gli studi musicali al Mozarteum di Salisburgo (Austria) nella classe del M° Alfons Kontarsky, perfezionandosi, durante il triennio di Klavierkammermusik, nella disciplina del duo pianistico e approfondendo in particolar modo il repertorio del ‘900. Nel maggio 2010 hanno conseguito il diploma in Advanced Recital Piano Duet presso Trinity College London, with distinction. Dopo il debutto al Teatro Regio di Parma, sono state più volte ospiti di importanti società concertistiche europee (La Società dei Concerti, I Pomeriggi Musicali, Novurgia, RavelloFestival, EstatePaestum, Amici Teatro alla Scala, Umanitaria, Festival Musicale di Castel Gavarno, M. Jacobi Festival – Germania-, Concerti al Tramonto ad Anacapri – Svezia-, Fundacja Festival im Hoffmana – Polonia- ecc.) esibendosi in prestigiose sale quali: Sala Verdi, Teatro Dal Verme, Teatro Litta (Milano), La Cittadella (Bergamo), Villa Aurelia (Roma), Villa Rufolo (Ravello), Musikverein (Vienna), GrosseSaal della Hochschule (Monaco di Baviera), ecc.. In seguito alla vittoria dell’International W. Jacobi Competition di Monaco di Baviera sono state prescelte per rappresentare l’Italia nell’Alumni Network, progetto artistico-culturale promosso e sostenuto dall’ Allianz Cultural Foundation in appoggio alla diffusione di nuove esperienze musicali compositive ed interpretative. Hanno inciso un cd con musiche di P. Hindemith per Art Voice e hanno realizzato registrazioni per la radio e la televisione polacche, con musiche di E. Chabrier; per RAIUNO (Italia), con brani di D. Milhaud; per EuropaRadio e TV2000. Hanno inoltre collaborato con il Laboratorio di Informatica Musicale dell’Università degli Studi di Milano, eseguendo in prima assoluta composizioni espressamente dedicate a loro da Angelo Paccagnini, Goffredo Haus e Dante Tanzi. In occasione delle celebrazioni bachiane (2000) hanno interpretato i concerti BWV 1062, 1063, 106.

 

Giovedì 23 novembre ad ore 18.00
CENTRO TREVI - via Cappuccini, 28
- 39100 Bolzano

9 novembre 2017 - QUANDO LE PAROLE VIAGGIANO E RACCONTANO - con Marco Froni e Vinzent Senoner

 

     QUANDO LE PAROLE VIAGGIANO E INCONTRANO

a cura di Marco Forni e Vinzenz Senoner


locandina dell'evento

 

 

Giovedì 9 novembre 2017, ad ore 18:00, nella Sala Conferenze dell'Antico Municipio di via Portici, Marco Forni della Associazione Miculà de Ru, con Vinzenz Senoner terranno un'interessante conferenza dal titolo  "Quando le parole viaggiano e raccontano. Parole ladine in cammino tra italiano e tedesco". Con Vinzenz Senoner e Marco Forni Interverrà il presidente del Comitato di Bolzano della Dante Alighieri, dott. Giulio Clamer.

Le parole stanno dentro i dizionari in bell’ordine e mute. A lasciarle sole, tra le pieghe di quelle pagine, possono stingersi e perdere vigore. Non dobbiamo smettere di accordarle. Continuiamo a farle uscire, sequenze di lettere intervallate da spazi bianchi, in modo che possano riuscire nel tessere il filo dei nostri pensieri, della nostra voglia di comunicare ...

Lasciamoci trascinare dalla corrente della vita ...

 

Giovedì 9 novembre ad ore 18.00
Sala Conferenze Antico Municipio - via Portici, 30
- 39100 Bolzano

25 ottobre 2017 - PERCORRERE L'ISLANDA IN BICICLETTA - a cura di Maurizio Morrione

percorrere l'Islanda in bicicletta

a cura di Maurizio Morrione

locandina dell'evento

 

 

Reportage Fotografico a cura di Maurizio Morrione Il viaggio non inizia mai con la partenza, inizia molto prima, con un’idea, con un sogno. Dopo l’idea c’è la pianificazione, lunga o corta che sia, che trasforma un vago fantasticare nella convinzione che per realizzare i propri sogni si debba lavorare duro. Così esordiva un racconto di amanti delle ecologiche due ruote pubblicato su La Stampa all’inizio di agosto 2017. L’Islanda è una meta diventata molto di moda recentemente, così tanto che i turisti sono dieci volte la popolazione locale ogni anno. Tra questi turisti anche Maurizio Morrione, il medico che già ci ha conquistato con i racconti sulla Via per Santiago e sulla Via Francigena. Attraverso un percorso fotografico, assaporeremo i particolari paesaggi islandesi, la loro tradizione, le loro genti.

 

Mercoledì 25 ottobre ad ore 19.00
Circolo Unificato dell'Esercito - viale Druso, 20
- 39100 Bolzano

16 ottobre 2017 - incontro con RENZO CARAMASCHI - modera prof.ssa Paola Mazzini

     RENZO CARAMASCHI

locandina dell'evento

 

 

Renzo Caramaschi, prima conosciuto come dirigente del Comune di Bolzano, oggi come Sindaco del capoluogo, qui si propone come prolifico autore. Nel corso della serata presenterà i suoi romanzi densi di contenuti legati alla storia e ai drammi di uomini in cammino alla ricerca di un mondo migliore.

I suoi romanzi:
  • “Il segno del ritorno” (2014)
  • “Di gelo e di sangue” (2015), finalista del Premio Rigoni Stern
  • “Un soffio di libertà” (2016 )
  • “Niente sponda di fiume” (2017)

Lunedì 16 ottobre ad ore 18.30
Sala Kolping - Largo A. Kolping, 3
 - 39100 Bolzano

3 ottobre 2017 - CASA TROYLO - a cura di Carlo Trentini

     CASA TROYLO - via Argentieri

locandina dell'evento

 

 

L'architetto Trentini condurrà i partecipanti alla visita virtuale delle facciate di questo caratteristico edificio, noto ai bolzanini come casa Troylo di Via Argentieri, con i suoi affreschi risalenti al 16° secolo. Casa Troylo, con la sua facciata dipinta sulla via Argentieri è conosciuta da tutti, ma la facciata orientale, nascosta all’osservazione per l’angustia del vicolo, ci racconta davvero molte cose. Le pitture sono cariche di significato, cariche di simboli che oggi sono di difficile interpretazione, svelano all’osservatore attento di provenire da secoli lontani, cariche di un significante apotropaico.

Martedì 3 ottobre ad ore 18

Sale della Dante Alighieri di via Portici 30 - 39100 Bolzano

21 settembre 2017 - CONOSCIAMO CLAMBAGIO - modera Marco Schoepf

       CONOSCIAMO CLAMBAGIO

locandina dell'evento

 

 

Sotto lo pseudonimo di “Clambagio” si cela un imprenditore bolzanino, appassionato d’arte moderna e autore dei cataloghi “INCIPIT” della mostra antologica di Victor Vasarely e G.R.A.V. (Groupe de Recherche d’Art Visuel). Adora la musica (incide un disco nel 1983 per la Disco Magic di Milano, sempre sotto lo pseudonimo di ”Clambagio”), pratica il gioco degli scacchi, ama la letteratura, ma la sua vera passione la coltiva di notte, scrivendo. Nel 2010 e 2012 ha pubblicato con la Casa Editrice Senenca i romanzi “FUERTH ITALIA – il destino gioca a dadi” e “LA FOTOSINTESI DEL DOLORE”. Nell’aprile del 2015 e nell’aprile 2016 la Casa Editrice Del Faro di Trento ha pubblicato la terza e quarta opera di questo autore, “MARIPOSITA… allungami la vita. Cronaca di un terremotato sepolto vivo” e “NEL NOME DI SHAMASH – Uomo perbene/Uomo permale”. Soprattutto quest’ultimo romanzo ha riscosso un buon successo di critica e di pubblico entrando tra i finalisti dei premi letterari “Piersanti Mattarella” e “Mario Soldati” nel 2016. I romanzi, spesso ambientati nel mondo dinamico del lavoro, non solo ne affrontano le problematiche socio-economiche, ma forniscono vari spunti di riflessione sul destino degli uomini e sui valori della vita.

moderatore: dott. Marco Schoepf

 

Giovedì 21 settembre 2017 – inizio ore 18.30

Circolo Unificato dell'Esercito - Viale Druso, 20 - 39100 Bolzano

23 Luglio 2017 - progetto HAPP - promosso dal Comune di Bolzano

Recitazione di brani scelti della Divina Commedia a cura di Antonello Bucciarelli 

su richiesta e proposta del Comune di Bolzano, Assessorato alla Cultura

Locandina dell'evento

 

Antonello Bucciarelli presenterà in stile adatto al contesto alcuni brani scelti da canti della Divina Commedia. L’introduzione ai canti, con modalità recitativa e con l’utilizzo di aneddoti divertenti, ha l’intenzione di attualizzare la poesia dantesca nel contesto di vita quotidiana, evidenziando come l’arte non è fine a sé stessa ma è veicolo di valori umani e di bellezza.

Per ogni intervento verrà proposto un canto della commedia di riferimento.

PROGRAMMA

Gli interventi verranno effettuati nei seguenti luoghi in accordo con alcuni gestori di attività economiche in relazione ai giorni e agli orari di maggior afflusso di persone:

1)    Bar "Enoteca Sarda" piazza Marcella Casagrande 6 --> 23 luglio ore 18.30

Canto XVI Inferno “Fatti non foste a viver come bruti ma seguir virtute e canoscenza!”

2)    Pizzeria "Papero Giallo" Via Milano 37 --> 25 luglio, ore 19.00

Canto I Inferno “Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura”

3)    Tabacchino "Daniel&Manuel" Via Bari 35/39   28 luglio, ore 18.30.

Canto V Inferno “Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende…Amor, ch’a nullo amato amar perdona…Amor condusse noi ad una morte”

30 maggio 2017 - LA RAPPRESENTAZIONE DEL DIVINO NELLE RELIGIONI MONOTEISTE a cura del prof Enzo Marigliano

La rappresentazione del Divino nelle religioni monoteiste

prof. Vincenzo Marigliano

locandina dell'evento



Le tre religioni monoteiste, fin dall’origine, si sono chieste se fosse lecito e come rappresentare la divinità. Il cristianesimo ha avuto un percorso particolare che verrà presentato con un ricco corredo di immagini sull’evoluzione dell’iconografia del volto di Cristo e della Crocifissione.”
Evoluzione dell’iconografia del volto di Cristo e della Crocifissione 

martedì 30 maggio 2017 – inizio ore 18.30 Sala Antico Municipio - Via Portici, 30 - Bolzano

20 maggio 2017 - CONFERENZA SU GIOVANBATTISTA COTTA a cura del dott. Achille Ragazzoni

conferenza a cura del dott. Achille Ragazzoni su

Giovanbattista Cotta - poeta

locandina dell'evento

 

 

La conferenza vuole ricordare la figura del poeta Giovanni Battista (o Giovambattista) Cotta, nato a Tenda il 20 febbraio 1668 e morto a San Dalmazzo di Tenda il 31 maggio 1738. Questa manifestazione si inserisce nell'ambito delle rievocazioni per il 70° anniversario della cessione di Briga, di Tenda e di parte della Val Roja alla Francia avvenuta nel 1947. Sarà inoltre presente, l’Ufficio postale distaccato di Poste Italiane, dotato di annullo speciale figurato, dalle ore 16 alle ore 20.

relatore: dott. Achille Ragazzoni

introduzione: dott. Giulio Clamer

 

 

Giovedì 20 aprile 2017 – inizio ore 19.00 - Circolo Unificato dell'Esercito;
Viale Druso, 20 - 39100 Bolzano

10 maggio 2017 - GIORNATA DELLA DANTE - conduce Paola Bessega

ANNUALE GIORNATA DELLA DANTE ALIGHIERI

 

Si svolgerà presso l’Auditorium di via Dante a Bolzano la “Giornata della Dante”, la tradizionale festa di premiazione degli alunni e studenti dei diversi gruppi linguistici che si sono distinti nella conoscenza e nell’uso della lingua italiana, ma nel contempo festa dei loro genitori e talvolta anche dei nonni presenti sempre in gran numero.

Ricevere infatti un premio dalla Dante rappresenta un must tra gli studenti della provincia di Bolzano ed un evento che a distanza di tanti anni anche molti adulti ricordano con soddisfazione e un po’ di nostalgia. Saranno premiati i migliori studenti nello studio della lingua e cultura italiana delle classi finali di ogni scuola del gruppo italiano e del gruppo tedesco della Città di Bolzano. Ma saranno premiate anche due classi –delle Scuole Stolz e Longon) vincitrici del Premio “Cultura e vita in montagna”.
Altre premiazioni riguarderanno alcuni studenti di lingua tedesca che hanno ottenuto i migliori punteggi nella certificazione linguistica dell’italiano e i due “campioni” che hanno vinto le Olimpiadi della lingua italiana, Anna Pernpruner (classificatasi 16° anche a livello nazionale) e Liam Zanettini.
La manifestazione sarà presentata da Paola Bessega e allietata dal canto di Greta Marcolongo.

Hanno assicurato la loro partecipazione per la consegna dei premi le maggiori autorità, la Vicaria De Carlini per il Prefetto, il Vicepresidente della Provincia Tommasini, il Sindaco Caramaschi, gli Assessori Repetto e Franch, i Comandanti Paolucci dei Carabinieri, Piller della Finanza, il Colonnello Sardi delle Truppe Alpine, il Comandante della Polizia Municipale Ronchetti, la primaria di Pediatria Lydia Pescollderungg e altre Personalità, della Scuola e della Cultura.

 

il Direttivo della SDA Comitato di Bolzano

20 aprile 2017 - IL PRIORATO DI DANTE IN RAPPORTO ALLA GENESI DELLA COMMEDIA - a cura del prof. Marco Veglia

conferenza con il prof, Marco Veglia 

IL PRIORATO DI DANTE IN RAPPORTO

ALLA GENESI DELLA COMMEDIA  

… e in anteprima assoluta il testo « DANTE LEGGERO»

locandina dell'evento

 

 

Docente di Letteratura italiana Medievale all’Università di Bologna, Membro del Comitato Scientifico della Dante Centrale, il prof. Marco Veglia è un appassionato cultore dei più grandi autori della letteratura italiana spaziando nella sua ricerca da Dante, a Boccaccio, a Petrarca fino a Carducci e Pascoli, per citare i più importanti. Editorialista della pagina culturale del Corriere della Sera di Bologna, referente scientifico di diversi progetti culturali, organizzatore di conferenze, dibattiti e convegni in Italia e all’estero, invitato per lezioni e seminari nelle principali università nord -americane, direttore di collane editoriali, il prof. Veglia rigoroso e versatile ha fornito articoli, saggi e capitoli per diverse pubblicazioni scientifiche e personalmente pubblicato libri sui risultati delle sue ricerche. Il tempo della “visione”, collocato in anticipo rispetto al tempo della più importante vita politica del poeta (dal maggio 1300 all’autunno 1301) – che su questa calò un velo di reticente silenzio – consente forse di riaprire il dossier della genesi del poema. La primavera dell’anno giubilare, messa a frutto per storicizzare gli interlocutori del viandante e le sue profezie, torna allora preziosa per comprendere i fatti che, dal priorato di Dante (dal giugno all’agosto del 1300), condussero all’esilio e alla stesura della Commedia. Dalla gravezza della storia ci troviamo così a seguire il cammino di un Dante leggero, che da Firenze approda infine al fulgore della “candida rosa”.

 

 

Giovedì 20 aprile 2017 – inizio ore 18.30 - AULA C2.01 - secondo piano Tratto C 
Università di Bolzano - p.zza Università, 1 - Bolzano

3 aprile 2017 - LA LETTERATURA ED IL SACRO - conferenza a cura del prof. Francesco Diego Tosto e del dott. Pietro Reina

La Letteratura ed il Sacro

prof. Francesco Diego Tosto e dott. Pietro Reina

locandina dell'evento



Francesco Diego Tosto, docente di Lettere nei licei, insegna Letteratura religiosa, Storia della Chiesa e Metodologia della ricerca scientifica presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose «San Luca» di Catania (Facoltà Teologica di Sicilia). Sulla storia della Riforma protestante ha pubblicato il volume Calvino punto di convergenza, ESI, Napoli, 2003; ha collaborato al «Dizionario dell’età della Riforma», Città Nuova, Roma 2006. È autore e curatore del progetto in cinque volumi de «La letteratura e il sacro», ESI Napoli 2009-2011 (voll. I-II-III) e Bastogi, Roma 2016 (IV-V) nei quali l’autore valorizza il rapporto tra letteratura e religione in Italia. La letteratura e il sacro è un’opera monumentale per la scelta del tema affrontato, quel sacro che attraversa l’opera letteraria, ed è in questa direzione, afferma Francesco D. Tosto, che la letteratura diventa una forma di conoscenza, che parte dall’uomo, recupera la memoria del sacro e l’angoscia esistenziale che esso contiene. La letteratura e la religione «servono» a mostrare il senso della vita e dell’arte e indagano la natura umana, coacervo di contingente ed assoluto.

23 marzo 2017 - PRESENTAZIONE DEL LIBRO SUL MONSIGNOR ROMERO - a cura di Francesco Comina

 

MONSIGNOR ROMERO, martire per il popolo

dott. Francesco Comina

locandina dell'evento

 

Dopo il grande evento con Gregorio Vivaldelli, che ha tanto apprezzamento ha riscosso, vi invitiamo al prossimo incontro denso di significati. Si tratta della presentazione del libro di Francesco Comina sul Vescovo di San Salvador, Oscar Romero, assassinato il 24 marzo 1980. In prossimità dell'anniversario del suo martirio ricorderemo il contributo della sua vita per il popolo e il suo contributo alla cultura della  giustizia e della pace, attraverso le parole di Francesco Comina e la lettura di Mara da Roit. Vi aspettiamo numerosi  il 23 marzo ad ore 18 00 nella sala conferenze dell'Antico Municipio per ritrovare ancora spunti e valori di crescita umana, sociale e culturale.


Giulio Clamer e il direttivo della Dante.

7 marzo 2017 - "LIBERTÀ VA CERCANDO. LE SETTE CORNICI DEL PURGATORIO" - a cura del prof. GREGORIO VIVALDELLI

Libertà va cercando. Le 7 cornici del Purgatorio

prof. Gregorio Vivaldelli

locandina dell'evento

 

L’interesse e la nutrita partecipazione all’edizione dell’anno scorso (oltre 200 persone) hanno convinto il Comitato di Bolzano della Società Dante Alighieri presieduto dal dott. Giulio Clamer a riproporre anche quest’anno una serata sulla Divina Commedia tenuta dal prof. Gregorio Vivaldelli, dal titolo: “Libertà va cercando. Le sette cornici del Purgatorio”, in programma per martedì 7 marzo e che si svolgerà nell’Aula Magna dell’Università di Bolzano alle ore 20.

Gregorio Vivaldelli, Dottore in teologia biblica e dantista eccellente, è professore ordinario allo Studio Teologico Accademico di Trento, svolge attività  formativa e serate su Dante sia a livello nazionale che internazionale. Proseguendo la descrizione del cammino di Dante nella seconda Cantica, quest’anno il prof. Vivaldelli presenterà - con linguaggio semplice e coinvolgente - la salita di Dante, insieme a Virgilio, lungo le sette cornici della montagna del Purgatorio.

 L’obiettivo dell’iniziativa, resa possibile con il Patrocinio della Libera Università di Bolzano, con il contributo della Provincia, del Comune di Bolzano, di Alperia e della Fondazione Cassa di Risparmio, è condividere con giovani e adulti, esperti e meno esperti, il patrimonio di umanità che è la Divina Commedia, per coglierne il fascino e l’attualità. Dante, infatti, provoca a guardare alla propria vita come a un viaggio nel quale imparare a fare piccole scelte quotidiane orientate al bene comune. La cittadinanza è cordialmente invitata. Sono particolarmente invitate anche le scuole per l’interesse dell’evento e per le emozioni che suscita, anche grazie ai supporti visivi e multimediali.

Martedì 7 marzo, Aula Magna dell’Università di Bolzano, Piazza Università Bolzano, ore 20.

Ingresso libero.

10 febbraio 2017 - MIGRANDO di Giulio Gasperini - introduce Daniele Moretti

 Incontro con l'autore - MIGRANDO

dott. Giulio Gasperini

locandina dell'evento

 

 

Gasperini è nato nella Maremma toscana trent'anni fa, studente a Firenze e Roma, adesso operatore sociale ad Aosta. Senza dubbio si può definire un "migrante". Ma solo per passione, perciò fortunato. Dal suo lavoro come operatore di accoglienza, Giulio Gasperini, autore del libro "Migrando", trae la capacità di raccontare la lotta quotidiana dei migranti per vedere riconosciuti i loro diritti “umani” e “universali”. Questo giovane autore è anche coordinatore dei giovani della Dante a livello nazionale. Al quarto libro di poesie, cerca di star fermo il meno possibile: non ha ancora trovato nessun antidoto alla sua irrequietudine.

 

venerdì 10 febbraio 2017 – inizio ore 18.30 - Sala Antico Municipio - II piano - Via Portici, 30 - Bolzano


31 gennaio 2017 - GIOVANNI ANDREA SCARTEZZINI - a cura di Achille Ragazzoni

Conferenza su GIOVANNI ANDREA SCARTEZZINI

a cura di Achille Ragazzoni

locandina dell'evento

 

Pastore svizzero, fu docente di italiano alla scuola cantonale di Coira dal 1867 al 1874. Dovette abbandonar Soglio a causa del suo carattere fortemente polemico e aspramente critico nei riguardi della Chiesa riformata del suo tempo che attaccava frontalmente nei suoi scritti battaglieri così come faceva con i critici della sua attività letteraria quale studioso di Dante e della Divina Commedia. La sua notorietà internazionale è dovuta a questa sua attività letteraria i cui frutti sono stati la pubblicazione nel 1869 di uno studio sulla vita, l'epoca e le opere di Dante Alighieri e la successiva pubblicazione in 4 volumi della Divina Commedia tradotta e commentata da lui stesso in lingua tedesca, di cui il primo volume vide la luce nel 1874 e l'ultimo nel 1890. Quest'opera, rielaborata da Giuseppe Vandelli sull'edizione milanese del 1893, rimane ancora oggi un testo fondamentale. In entrambi gli ambiti culturali, così distanti idealmente tra di loro, quello della teologia evangelica svizzera di orientamento liberale come quello della letteratura classica italiana esercitò il suo spirito battagliero in difesa a oltranza delle sue convinzioni non cedendo però mai alla tentazione di elaborarne una personale trasposizione. Fu anche direttore della "Nuova rivista internazionale" di Firenze. In una sua predica espresse un pensiero valido in ogni tempo e per ogni nazione: "Un popolo che si preoccupa di quello che serve alla sua pace ha posto i fondamenti più fermi e sicuri per il suo bene... Possano il nostro popolo e la nostra patria riconoscere in tempo quello che serve alla pace."

martedì 31 gennaio ad ore 18.30, Sede della Società Dante, in via Portici 30 - Bolzano - II piano.