CalendaDante … Maggio

CalendaDante … Maggio

1 Maggio

Il primo giorno di maggio, a Firenze era tradizione festeggiare la primavera. Giovanni Boccaccio nel Trattatello in laude di Dante raccontava: «nel tempo nel quale la dolcezza del cielo riveste de’ suoi ornamenti la terra, e tutta per la varietà de’ fiori mescolati fra le verdi frondi la fa ridente, era usanza della nostra città, e degli uomini e delle donne, nelle loro contrade ciascuno in distinte compagnie festeggiare».
«Nove fiate già appresso lo mio nascimento era tornato lo cielo de la luce quasi a uno medesimo punto, quanto a la sua propria girazione, quando a li miei occhi apparve prima la gloriosa donna de la mia mente, la quale fu chiamata da molti Beatrice li quali non sapeano che si chiamare»
(Vita nuova, II). Dante Alighieri, nel maggio 1274, vede per la prima volta Beatrice.

5 Maggio

Il 05 maggio 1821 morì Napoleone Bonaparte:
«Ei fu».

In un recente saggio, il professore emerito Luciano Canfora ha richiamato l’attenzione su «l’assonanza […] di ritmo narrativo, tra la sintesi delle fulminanti campagne di Cesare raccontata da Giustiniano nel VI del Paradiso (vv. 58-66) e la sintesi dell’altrettanto fulminante carriera guerresca di Napoleone da un capo all’altro dell’Europa nei vv. 25-30 del Cinque maggio» (L. Canfora, Gli occhi di Cesare. La biblioteca latina di Dante, Salerno, 2015). 

Di Cesare, Giustiniano dice:
«fu di tal volo / che nol seguiteria lingua né penna» (Paradiso, VI, 62-63)

Di Napoleone, Manzoni dice:
«di quel securo il fulmine tenea dietro al baleno» (Cinque Maggio, vv. 27-28).

7 Maggio

Il 7 maggio 1300
il poeta Dante Alighieri si recò come ambasciatore presso il Comune di San Gimignano, per sollecitare l’invio di sindaci al parlamento di tutti i Comuni della Lega guelfa, convocato per eleggere il capitano generale.

L’ambasceria è fra le poche documentate nel Liber Reformationum conservato presso l’Archivio di Stato.

8 Maggio

L’8 maggio si festeggia la festa della mamma.

Della mamma di Dante, forma sincopata di Durante, non abbiamo notizia (Marco Santagata). Morì quando Dante aveva cinque o sei anni.

Dante nelle sue opere non cita mai esplicitamente la mamma. Ci sono però alcuni versi della Commedia in cui il Sommo Poeta fa riferimento alla figura materna e al rapporto affettivo che c’è tra madre e figlio.

Tra i vari versi vi proponiamo:
«benedetta colei che in te s’incinse!»
(Inferno VIII, v. 45).

10 Maggio

Il 10 maggio 1297 fu firmato il Manifesto di Lunghezza: un documento con cui gli avversari di papa Bonifacio VIII, capeggiati dai cardinali Jacopo e Pietro Colonna, appoggiati da Jacopone da Todi e da alcuni «spirituali» francescani, dichiaravano illegittima la sua elezione, così come l’abdicazione di papa Celestino V, suo predecessore.

Di seguito un passo dal Paradiso Canto XXVII, vv. 10-27, la cosiddetta «invettiva di san Pietro»

Dinanzi a li occhi miei le quattro face stavano accese, e quella che pria venne incominciò a farsi più vivace,e tal ne la sembianza sua divenne, qual diverrebbe Iove, s’elli e Marte fossero augelli e cambiassersi penne. La provedenza, che quivi comparte vice e officio, nel beato coro silenzio posto avea da ogne parte,quand’io udi’: «Se io mi trascoloro, non ti maravigliar, ché, dicend’io, vedrai trascolorar tutti costoro. Quelli ch’usurpa in terra il luogo mio, il luogo mio, il luogo mio, che vaca ne la presenza del Figliuol di Dio, fatt’ha del cimitero mio cloaca del sangue e de la puzza; onde ’l perverso che cadde di qua sù, là giù si placa»

11 Maggio

L’11 maggio 330
la città-capitale Bisanzio venne ribattezzata Costantinopoli. 

Giustiniano, nel VI Canto del Paradiso (1-6), rispondendo alla prima domanda di Dante, spiega che:

«Poscia che Costantin l’aquila volse
contr’al corso del ciel, ch’ella seguio
dietro a l’antico che Lavina tolse,
cento e cent’anni e più l’uccel di Dio
ne lo stremo d’Europa si ritenne,
vicino a’ monti de’ quai prima uscìo […] 
                      

A sinistra Giustiniano,
mosaico, VI sec.,
Basilica di San Vitale, Ravenna.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi